Area
Amministrazione Personale

Topic
Disagio Espatriati

Centro Studi ISPER

N° 96

15 dicembre 2021

Visualizzazioni 621

Personale Internazionale Il Disagio a Madrid - Spagna

Il Centro Studi ISPER da oltre 16 anni ha messo a punto una metodologia originale di valutazione del “disagio” per il Personale Internazionale in situazione di Espatrio o Trasferta.

In questa occasione vengono presentati i risultati relativi alla Spagna e più in particolare alla città di Madrid.

Nella seconda parte dell'articolo viene illustrata sinteticamente la metodologia

Spagna e COVID-19

Si rimanda al sito Viaggiare Sicuri del Ministero degli Esteri per gli aggiornamenti
https://www.viaggiaresicuri.it/country/ESP


ESPATRIO/TRASFERTA LUNGA(1)

Risultati

Di seguito i risultati della valutazione effettuata mediante 23 fattori.

Risultati

N.B. I punteggi di Espatrio e Trasferta non sono confrontabili basandosi su fattori differenti.

TRASFERTA

Risultati

Di seguito i risultati della valutazione effettuata mediante 19 fattori.

Risultati

N.B. I punteggi di Espatrio e Trasferta non sono confrontabili basandosi su fattori differenti.

LA NUVOLA DEL DISAGIO

La nuvola del disagio riassume il disagio di alcune delle città valutate negli ultimi mesi.
In rosso la valutazione relativa a Madrid.

Metodologia

La metodologia ISPER si articola su quattro strumenti dedicati alle due situazioni che le aziende si trovano normalmente a gestire:

  1. 1) L’espatrio/Trasferta lunga(1)
  2. 2) La trasferta
Queste due situazioni verso:
  1. a) Sedi stabili (uffici, stabilimenti, ecc.)
  2. b) Sedi temporanee (cantieri, campi, ecc.) o stabili, ma particolari (piattaforme, ecc.)
Il sistema di valutazione si basa sull'analisi di Fattori di Disagio, in numero variabile secondo lo schema che segue:

Grafico

I fattori sono stati selezionati in base alla esperienza ISPER e delle Aziende che hanno collaborato alla messa a punto e considerano quelli ritenuti più significativi da valutare in ciascuna situazione.

Il Disagio non viene valutato su base nazionale, ma per ogni singolo sito.

Situazioni diverse di Disagio (Espatrio o Trasferta, Sedi o Campi) non possono essere confrontate fra di loro, essendo valutate in base a fattori diversi.

Poiché il Disagio percepito è un mix di fattori oggettivi (ad esempio il clima atmosferico) e di fattori soggettivi (ad esempio l’Inglese non è un fattore di disagio per un madrelingua mentre può esserlo per altri), il sistema ISPER consente di creare famiglie di Disagio in base alle situazioni di origine (es. Uomo/Donna che comporta una significativa differenza di disagio nei paesi arabi) e alle Nazioni di origine.

Per i fattori legati al viaggio ha, infine, anche importanza la città di partenza.

Nelle analisi proposte in questo articolo si assume che l’espatriato/trasfertista sia un Italiano, uomo, che conosca bene l’Inglese e che la città di provenienza sia Milano.

I risultati delle valutazioni vengono riportati su una scala da 0 a 100% che permette una rapida valutazione della situazione.

Viene anche fornito il punteggio da 0 a 1000 per analisi più puntuali.

I risultati vengono infine classificati secondo tre sistemi: a 5, 6 e 8 livelli.

Questo permette di abbinare situazioni di disagio e aspetti retributivi.

Nelle valutazioni presentate le soglie sono equidistanti (es. 20%, 40%, 60% e 80% nella classificazione a 5 livelli), ma nel sistema fornito alle Aziende le soglie sono impostabili liberamente.

Ad esempio una banca che ha sedi stabili solo nelle grandi città avrà tutte situazioni con basso livello di disagio e dovrà porre le soglie più ravvicinate nella zona a basso punteggio.

All’opposto un’azienda che opera solo su cantieri in situazioni difficili avrà tutte situazioni con alto livello di disagio e dovrà porre le soglie più ravvicinate nella zona ad alto punteggio.

Valutazione personalizzata

In qualsiasi momento si può richiedere all’ISPER una valutazione personalizzata del Disagio.

Viene abilitata la scheda da compilare nel Portale ISPER e, nell’arco di due giorni lavorativi, vengono restituiti i risultati con sintetiche valutazioni.

(1) Per Trasferta lunga si intende una trasferta superiore a due/tre mesi

Tratto da "Sistema ISPER di Valutazione del disagio per il Personale Internazionale" - Uno dei servizi dell'Abbonamento ISPER